fbpx
MARCANTONIO SPERA SINDACO
GROTTAMINARDA 2022
La Rinascita La Rinascita La Rinascita La Rinascita La Rinascita La Rinascita La Rinascita La Rinascita

PUNTO DEL PROGRAMMA

Sviluppo delle attività produttive agricoltura di eccellenza / manufatturiero dell'innovazione / revisione sistema di tassazione

Costituiscono l’ambito nel quale sviluppare la comunità di Grottaminarda come polo dell’Irpinia per la società del ventunesimo secolo. La domanda di alimentazione di qualità prodotta con filiere corte e sostenibili trova in Irpinia e a Grottaminarda opportunità di particolare importanza. Tali opportunità esigono la modernizzazione sostenibile dell’agricoltura, anche come opportunità occupazionale, per cui devono essere aggiornate le capacità professionali. L’integrazione con il manifatturiero dell’innovazione riguardante i prodotti dell’agricoltura, grazie allo sviluppo diffuso del digitale, può essere realizzata con una partnership importante con l’Istituto Agrario di San Michele all’Adige in Trentino, polo di eccellenza europea per la ricerca e lo sviluppo in agricoltura e nel marketing dei prodotti agricoli. Lo sviluppo di nuove colture e gli allevamenti di bestiame con formule di piccola scala di qualità e produzione lattiero casearia e di salumi è un altro ambito di particolare rilevanza. La produzione e la commercializzazione internazionale organizzata del torrone costituisce un altro ambito che merita di essere valorizzato tra memoria e futuro. Il manifatturiero leggero nel campo del software può essere un altro ambito di sviluppo e innovazione con il sostegno alla nascita di imprese innovative che operino nel campo della ricerca e sviluppo del digitale. Tutti questi ambiti necessitano di competenze innovative che devono essere formate e sviluppate con specifiche azioni di formazione avanzata.

Da diversi anni si assiste all’abbandono dei terreni agricoli per questo motivo è utile una Banca della Terra sarebbe un inventario dei terreni pubblici e privati incolti, che i proprietari possono mettere temporaneamente a disposizione di quanti ne facciano richiesta per rimetterli in produzione.

Anche se siamo diventati “un paese di via nova” l’Agricoltura è parte della nostra storia, lì troviamo le nostre origini. Non possiamo dimenticarlo: un nuovo modello di sviluppo a questo mondo non può prescindere dalla riscoperta dell’agricoltura. Gli ambienti rurali devono essere inseriti nei circuiti turistici. La promozione dei prodotti del nostro territorio, anche guardando alle eccellenze enogastronomiche, può creare nuovi segmenti di offerta turistica e nuovi eventi.

Per gli altri due settori le esigenze manifestate dai rappresentanti di categoria, hanno evidenziato che è necessario un rilancio dell’intero settore dell’economia, in particolare del commercio e dell’artigianato, attraverso un confronto costruttivo e permanente, per concretizzare al meglio le idee provenienti dagli operatori del settore.

LA VOCAZIONE COMMERCIALE della città di Grottaminarda, che ha un’importante traccia nella storia e nella memoria deve essere ripresa con un orientamento alla specializzazione e alla qualità, per soddisfare esigenze di qualità e non diventare periferia omologata di Amazon. La formula del piccolo commercio specializzato dei prodotti specifici del territorio, oltre a una incentivazione di rete dei punti vendita esistenti, può trovare in fiere dedicate un’importante espressione locale a carattere attrattivo, economico, commerciale e social
“Una bottega tipica ci ricorda chi siamo e da dove veniamo, ed è un patrimonio che non va disperso, o dimenticato”
Nel breve e medio termine proponiamo di attivare uno Sportello di Settore con l’intento di semplificare e velocizzare tutti gli iter burocratici finalizzati allo svolgimento di iniziative, eventi e manifestazioni, capaci di aumentare le attrattive alle aree commerciali.
Ridefinire un nuovo Piano Commerciale a posto fisso e ambulante che abbia le seguenti caratteristiche:

  • Lotta al commercio abusivo attraverso l’attività repressiva ed investigativa della Polizia Locale e il coinvolgimento delle altre forze dell’ordine
  • Lotta alla concorrenza sleale nel commercio con azioni su requisiti sanitari, decoro, destinazione dei locali e controlli incrociati sulle variazioni di intestazioni societarie delle attività
  • Riordinare la viabilità, la regolamentazione delle aree di parcheggio e non solo, la proposta è quella di approvare un Piano Urbano della Mobilità. Con il miglioramento e potenziamento della mobilità urbana per i cittadini e a sostegno delle attività produttive (agricoltura, turismo, commercio ed artigianato).
  • In particolare dare spazi adeguati al Mercatino della Verdura del mercoledì e venerdì, favorendo e pubblicizzando eventi per una spesa sana e coscienziosa a km 0;
  • Ricerca e accordi per finanziamenti a startup e attività innovative con messa a disposizione di un plafond da parte del Comune
  • Revisione del regolamento sull’occupazione suolo pubblico riducendo il canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria incentivando nuove tipologie di arredo delle terrazze e delle occupazioni nei periodi di bassa stagione
  • Promozione dei prodotti del territorio e del km 0
  • Eventi in collaborazione con i consorzi enogastronomici campani.

Nelle more dell’approvazione del Piano ridefinire postazioni e quote degli ambulanti per il Mercato del lunedì, ponendolo in sinergia con le attività commerciali permanenti nel territorio, gli introiti verranno utilizzati per una manutenzione programmata delle strade e marciapiedi, e la realizzazione e pubblicizzazione degli eventi attrattivi periodici da realizzare.
In collaborazione con le scuole realizzare il progetto “Botteghe Artigiane”, che valorizzi l’arte del fare per mezzo di una cultura della interdisciplinarità dei saperi, mescolando le abilità artigianali con le competenze industriali e manageriali, al fine di creare nuove possibilità lavorative.

In tutti questi anni è stato distrutto il “centro storico” sperperando l’unico finanziamento avuto alla fine degli anni ottanta, con appalti e sub appalti e varianti scandalose. L’intervento che si propone è quello originario: unire in un progetto unico di fruibilità “Macchio” Castello e “Fratta”, con massima attenzione per il decoro urbano, partendo dal recupero e dalla valorizzazione della “FRATTA”, che deve ridiventare il cuore pulsante di Grottaminarda con iniziative socio-culturali ad ampio respiro. Per il “Macchio” è necessario promuovere con gli enti preposti e con le associazioni ambientali il recupero del “MACCHIO”, utilizzando anche i fondi previsti dal PNRR. Il “MACCHIO”, infatti, può rappresentare una risorsa dal punto di vista economico, commerciale e sociale; basti pensare alle numerose opportunità di crescita, di svago (sport e cultura) che possono riversarsi sulla cittadina. Parte dell’area del MACCHIO, in collaborazione con le associazioni ambientaliste, potrà essere destinata ad aula didattica (creazione di percorsi botanici specifici, quali didattica floreale, didattica erbe officinali etc.). Al riguardo ci sono studi e proposte manca un progetto complessivo e definitivo per la richiesta dei finanziamenti. Anche se il 30 aprile, insieme ad altri comuni, è stato presentato al Dipartimento Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per la Finanza Locale del Ministero dell’Interno, istanza di finanziamento complessivo per 5.000.000 di euro per interventi riferiti alla “Rigenerazione Urbana 2022”

Agenzia di valorizzazione e promozione dei prodotti locali: Irpinia Marketing

Non è pensabile che un effettivo salto di qualità economica possa avvenire a Grottaminarda senza un’agenzia pubblica, istituita dal Comune, e sostenuta dagli enti regionale e nazionale, che si impegni a sostenere lo sviluppo dei processi produttivi secondo criteri di qualità e innovazione, e che promuova a livello nazionale e internazionale l’attrazione del luogo e dei prodotti con le più avanzate metodologie di comunicazione e commercializzazione, al servizio delle iniziative economiche locali, aiutandole a cresce e a svilupparsi.
IRPINIA MARKETING è l’opportunità per Grottaminarda, anche grazie alla sua posizione logistica, per divenire polo di promozione e comunicazione dell’economia irpina e centro fieristico di incontri e comunicazione per l’intera Irpinia.

Ricerca sistematica di risorse finanziarie e revisione sistema di tassazione

Particolare attenzione sarà dedicata alla revisione del sistema di tassazione comunale mediante la ricerca di strumenti idonei alla rimodulazione della stessa. Riservare opportuna ed attenta vigilanza all’indebitamento dell’Ente al fine di evitarne l’incremento e limitare la spesa per interessi Controllo dei costi di gestione dell’Ente.

Come accennato in prefazione le risorse economiche di cui oggi può disporre un Comune sono sempre minori, a seguito della riduzione dei fondi statali e a fronte del progressivo aumento dei costi, dovuti anche all’aumento delle competenze di spesa proprie di ogni amministrazione (per le maggiori deleghe attribuite al Comune). E’ necessario pertanto porsi in prima linea e saper cogliere le opportunità di reperire nuovi finanziamenti e di sviluppare nuove forme di collaborazione fra il pubblico ed il privato, attraverso, la ricerca sistematica di risorse finanziarie (PNRR, fondi straordinari, europei, regionali etc.) da destinare alla realizzazione di opere pubbliche, e l’utilizzo delle leggi sugli accordi di programma pubblico-privato nelle trasformazioni urbane.
Al momento non possiamo istituire un Ufficio Risorse Finanziarie ad hoc perle ristrettezze di bilancio che non ci consentono molte assunzioni e pertanto proponiamo l’adesione alla Rete Comuni Sostenibili per aver accesso ai bandi europei, nazionali e regionali. Poi per intercettare risorse per attuare progetti e programmi: è questo uno dei servizi che la Rete dei Comuni Sostenibili offre ai Comuni aderenti. Tramite la società di servizi Leganet vengono setacciati i bandi comunitari, nazionali e regionali, alla ricerca di opportunità di finanziamento. L’approccio è inedito, rispetto a servizi analoghi. La Rete dei Comuni Sostenibili raccoglie dai Comuni le priorità di azione e i “progetti nel cassetto”, incrociando il tutto con i contenuti dei bandi che via via vengono pubblicati. La Rete proporrà ai Comuni aderenti di partecipare, in partenariato con altri Comuni e altri soggetti.

Tutti i punti
del Programma

Rapporto Trasparente
L’impegno della lista “La Rinascita”, sarà rivolto all’affermazione e al raggiungimento degli obiettivi Leggi Tutto
Solidarietà
Nell’Irpinia delle sorgenti, una sorta di grande acquedotto naturale, l’acqua dovrebbe essere un patrimonio comune addirittura scontato. Leggi Tutto
Formazione, cultura e politiche scolastiche
Realizzeremo una Accademia che sarà dedicata alla formazione avanzata di competenze professionali. Leggi Tutto
Sviluppo
Sviluppare la comunità di Grottaminarda come polo dell’Irpinia per la società del ventunesimo secolo. Leggi Tutto
Sostenibilità difesa dell’ambiente
L’ambiente è una delle principali convenienze economiche da cui deriva ogni possibile forma di sviluppo Leggi Tutto
Politiche giovanili e sport
Non resti uno slogan “i giovani rappresentano il futuro della società”. Leggi Tutto
Acqua pubblica e gestione idrica
Nell’Irpinia delle sorgenti, l’acqua dovrebbe essere un patrimonio comune addirittura scontato. Leggi Tutto
Salute, Sanità e Sicurezza
Le comunità hanno bisogni di prevenzione, cultura della salute, oltre che di servizi  accessibili. Leggi Tutto
Masterplan
Il Masterplan, un progetto unico di sviluppo intorno alla stazione Hirpinia Leggi Tutto
© 2022 la Rinascita - Designed by E-direct